e

Tutto il mondo è teatro

21

Ottobre
Date disponibili
10 dicembre 2022
11 dicembre 2022

Informazioni

Lo show si pone come obiettivo l’esplorazione delle capacità personali e la creazione di dinamiche socio-relazionali all’interno di uno spazio condiviso, protetto e professionale. La consapevolezza della propria persona e delle capacità peculiari in determinate forme artistiche rimane ad oggi uno strumento di rinascita e aggregazione sociale sotto il segno dei movimenti culturali. La Piece si propone di esplorare l’animo umano in questo preciso momento storico presentando un insolito dialogo tra i vari personaggi delle opere più iconiche di Shakespeare, nel tentativo di accompagnare lo spettatore e l’attore stesso in un processo di consapevolezza intellettuale. Anche se la pandemia e il passaggio a forme di comunicazione prevalentemente virtuali hanno inflitto ai prodotti teatrali e artistici in generale un durissimo colpo, crediamo fermamente e desideriamo affermare la funzione rivoluzionaria, edificatrice e aggregativa dell’arte. La struttura concettuale dello spettacolo si avvia in un contesto di guerra e degradazione: attraverso i ricordi di quello che ci è stato lasciato e attraverso i sogni, viene affidato alle parole dei personaggi shakespeariani il compito di indagare tutte le forme dell’animo umano, partendo dalle sue sfumature più deteriorate; il coro, attraverso le parole di Amleto, mostra quello che potrebbe succedere se si decidesse di non opporre l’arte al nichilismo della società; rende consapevole dell’identità personale e guida il fruitore attraverso dei blocchi concettuali di sentimenti nobili, come l’amore o l’arte stessa verso ciò che dobbiamo credere in quanto uomini e intuire in quanto esseri coscienti. La funzione salvifica di Amleto pone le basi proprio nella scelta di un’autodeterminazione programmatica secondo una serie di appuntamenti stabiliti. Lo spettacolo si configura quindi come una liturgia, una celebrazione del teatro e della sua funzione comunicativa. L’utilizzo di forme artistiche che spaziano dalla danza al canto alla recitazione, veicolano il prodotto nella categoria del Musical anche se di inedito si parla. Verranno infatti utilizzati brani cantati dal vivo tratti dal repertorio musical quali: I have a dream ("Mamma Mia!") Overture delle donne ("Nine") Thank you for the music ("Mamma Mia!") Medley ("Dear Evan Hansen") Rich man’s frug ("Sweet Charity") Medley ("Hamilton").

C/o Teatro Alfredo Chiesa
via San Cristoforo, 1 - Milano
Invita i tuoi amici a vederlo con te:
FacebookWhatsAppMessengerTwitterTelegramEmailCopy Link

I tuoi Applausi per questo spettacolo

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 Applausi

Voto medio 0 / 5. Non ci sono ancora applausi

Registrati gratuitamente per votare questo spettacolo
Lascia un commento: